Terremoto

ruinen-01

Abbiamo incontrato grande sofferenza;
Signore, sotto i nostri piedi,
la terra ha fremuto fortemente
molti sono dovuti morire.

 

Grande emergenza sta davanti a noi,
quello che abbiamo avuto,
quello che ci ha servito alla vita
è distrutto in larga scala.

Quello che ci porta il futuro,
non lo possiamo vedere.
Il nostro mondo è crollato;
come possiamo andare avanti?

Dio, speriamo solamente in te,
Che tu ci guidi ora;
Che ci riempi le nostre mani vuote
E che tu ci tocchi con amore.

Il nostro giudice sei tu, Signore,
maestro della nostra vita.
Aiutaci, o Re,
O Signore, non allontanarti da noi.

© 09.09.2016       Gisela Kibele

ruinen-02

Das Gedicht kann in deutscher Sprache unter
der Überschrift  „Erdbeben“ hier aufgerufen werden.

Schreibe einen Kommentar

Ich stimme der Speicherung und Verarbeitung meiner Daten nach der EU-DSGVO zu und akzeptiere die Datenschutzbedingungen.